Centro culturale

UN PO’ DI STORIA

Il Centro Culturale “Don Giulio Salmi” viene inaugurato il 5 giugno 2005, con il taglio del nastro effettuato dallo stesso don Giulio,  nativo del Murolungo del Farneto, in quello che definiva “un angolo di paradiso” (cfr Testimone dello Spirito).

Don Giulio Salmi, classe 1920, è stato personaggio di spicco nel dopoguerra bolognese, collaboratore del Card. Lercaro, riorganizzatore dell’ONARMO e di varie attività assistenziali con sede a Villa Pallavicini, tra l’altro, promotore delle prime ferie per operai con minimi salariali, è ricordato ancora intensamente da chi l’ha conosciuto e per questo è venuto spontaneo dedicargli il centro.
La ricostruzione dell’edificio è stata fortissimamente voluta e portata a termine grazie all’iniziativa di Don Marco Cristofori, Parroco a San Lorenzo del Farneto dal 2001 al 2006, e ad un intenso lavoro volontario di parrocchiani e ad alcune donazioni.

La vecchia casa sotto l’aspetto storico-artistico non presentava nessun pregio, mentre è stata essenziale per la vita, assai umile, di famiglie che lì vi hanno abitato e che quindi hanno potuto scrivere anch’esse, attraverso le loro vicende umane, una pagina importante per la storia del Farneto.

Pochi mesi prima dell’apertura del Centro culturale, Don Marco coniò questa felice frase: “Da un rudere carico di storia è nato un edificio pieno di speranza”.
Infatti lo spirito e le motivazioni che hanno animato l’azione del Centro culturale “Don Giulio Salmi” sono state, fin dalle origini, quella di promuovere “un incontro fra generazioni”, cioè di giovani da poco tempo e giovani da molto tempo!  …. Ma sempre giovani di spirito!!!
LUOGO DI ACCOGLIENZA

Il punto d’incontro per le attività culturali, sociali, ricreative,  è quindi nella graziosa casina situata a pochi metri a lato della Chiesa di San Lorenzo del Farneto, dopo un’intelligente edificazione, come tutti possono ammirare.
Come si entra, a pian terreno, sul grande camino troneggia la scritta …chi accoglie voi accoglie me (Matteo 10.40), e questo sta ad indicare lo spirito del Centro; la centralità dell’accoglienza è un modo di essere presenza viva all’interno del territorio.

Mancava nella piccola località del Farneto un punto di aggregazione culturale con un luogo simile, nella ricerca del bello, del buono, del giusto e del vero dell’uomo: è stimolante fare cultura.

L’attività programmata ha come priorità quella di puntare sulla qualità piuttosto che sulla quantità; si cerca di fare cultura attraverso l’approfondimento di specifiche tematiche e, visto il successo di attenzione e partecipazione alle iniziative, il Centro “Giulio Salmi” intende proseguire nella strada intrapresa.
Le iniziative culturali che si organizzano presso il  Centro sono a carattere teologico-religioso, socio-politico e di attualità. Si tengono corsi di pittura. Vengono accolti gruppi giovanili, scout, associazioni familiari, chi festeggia anniversari significativi e feste familiari, cene di beneficenza.

Durante la Festa della Madonna della cintura il Centro Ospita Mostre di pittura e Mercato dei libri usati.

Dal febbraio 2016 ospita, al 1° piano, il Parroco che ha lasciato, momentaneamente, la canonica per accogliere 4 Ragazzi africani.

E’ inoltre punto di aggregazione sociale, una perla preziosa per gli abitanti del territorio; infatti lì si tengono periodicamente le Assemblee pubbliche promosse dall’Amministrazione Comunale per trattare tematiche che coinvolgono e interessano direttamente la gente.

In conclusione il senso che anima il Centro Culturale, come riportato nei pieghevoli realizzati in occasione delle specifiche iniziative che man mano si organizzano, è quello di essere non solo un luogo, ma anche un’opportunità, affinché il nostro vivere la Fede si protenda verso il mondo facendosi cultura cristiana, accoglienza, testimonianza ed intelligente elaborazione del pensiero cristiano che, con gioiosa speranza, diventa proposta e casa per tutti.

Si ribadisce che il Centro culturale è un punto di ritrovo aperto all’incontro tra generazioni, fruibile da giovani, gruppi scout e parrocchiali, famiglie e da quanti richiedono ospitalità per realizzare molteplici attività: formative, culturali e ricreative.

Per maggiori informazioni contattare:
Giorgio Boschi: papior2002@libero.it

 

Di seguito alcuni volantini delle iniziative degli ultimi anni

Giornate Vita 2016 Giornata Vita 2015 Giornata Vita 2014
Giornata Vita 2013 Giornata Vita 2012 Giornata Vita 2011
Giornata Vita 2010 Giornata Vita 2009 Giornata Vita 2008
Pedagogista 2011 Induismo 2009 Immigrazione 2009
Palestina 2008 Ebraismo 2007 Ciclo sull’Islam 2006