Cosa occorre per sposarsi

Il primo passo è la scelta della Parrocchia e il relativo corso prematrimoniale.
La Parrocchia potrà essere quella di lei, di lui o quella di residenza dove andranno ad abitare
Sarà il parroco di una di queste Chiese ad occuparsi delle pratiche: corso prematrimoniale, consenso e pubblicazioni religiose.

I documenti necessari sono::
1 – Certificato di Battesimo (da richiedere alla Parrocchia dove si è stati battezzati)
2 – Certificato di Cresima (da richiedere alla Parrocchia dove si è stati cresimati, ma può non essere necessario se il registro parrocchiale ha annotato sul certificato di Battesimo anche la Cresima).
3 – Attestato di partecipazione al corso prematrimoniale.
Il corso prematrimoniale si svolge presso gli uffici parrocchiali e si tratta di una serie di incontri in cui si affrontano temi prevalentemente etici, religiosi e psicologici della coppia.
E’ un corso a tutti gli effetti, ma non dovrete sostenere alcun esame, basta il giudizio positivo del sacerdote, che è contenuto nel suo consenso alle nozze.

Una volta ottenuto il consenso alle nozze dal parroco, verranno affisse le pubblicazioni religiose per otto giorni, comprendenti due domeniche, presso le parrocchie dei due sposi, se diversa, presso quella in cui la coppia intende sposarsi. Scaduto il termine degli otto giorni il parroco rilascerà il certificato di avvenuta pubblicazione con cui presentarsi in comune per le pratiche civili.

Un’ultima eccezione è quella in cui la coppia voglia sposarsi in una chiesa differente, in questo caso il parroco che ha istruito le pratiche per il matrimonio rilascerà al parroco della sede prescelta lo stato dei documenti, che dovrà venire vidimato dalla Curia prima del passaggio di consegne, insieme al certificato civile di avvenute pubblicazioni.